Film sportivi

Glory Road – Vincere cambia tutto – (streaming)

1966, Don Haskins è un allentatore che insegna pallacanestro a ragazzine in un liceo. Un giorno gli viene proposto di allenare i Texas Western Miners, la squadra maschile del college di El Paso, Texas. La squadra è messa male, sia a livello agonistico che economico, così Haskins decide di investire di tasca propria andando alla ricerca di giovani talenti sparsi per gli Stati Uniti. Decide di reclutare alcuni giocatori di colore pur sapendo che la cosa non sarà ben vista dalla mentalità razzista di quegli anni. Ma ciò nonostante Don Haskins con la sua squadra riesce, a sorpresa, a vincere il Campionato di pallacanestro NCAA Division I.

Seguilo su Megavideo



Fuga per la vittoria – (streaming)

Seconda guerra mondiale: il comandante di un campo di prigionia tedesco, il maggiore Von Steiner, in passato calciatore che fece parte anche della Nazionale, riconosce tra gli ufficiali britannici prigionieri un suo ex collega, il capitano John Colby («John Colby: West Ham e nazionale inglese», dice Von Steiner a Colby non appena è sicuro di averlo riconosciuto). Von Steiner si dichiara dispiaciuto che le circostanze – che li vedono su due fronti belligeranti opposti – non permettano loro di discorrere dei loro passati sportivi come desidererebbero, però ha l’idea di organizzare un incontro di calcio tra una selezione di calciatori Alleati e la squadra sportiva di una vicina base tedesca.

All’inizio i compagni di prigionia di Colby si dichiarano contrari all’iniziativa, sicuri che il comando britannico non approverebbe: essi sono infatti consci che la propaganda nazista potrebbe sfruttare l’evento per caricarlo di significati extra-sportivi. Ma Colby è stimolato dal confronto, anche perché tra le truppe britanniche può vantare giocatori di livello come il soldato inglese Brady (Bobby Moore), lo scozzese Hayes (John Wark) e il coloured originario di Trinidad Luis Fernandez (Pelé), oltre a quelli disponibili tra i prigionieri alleati, il belga Filieu (Paul Van Himst), l’olandese van Beck (Co Prins) e il norvegese Hilsson (Hallvar Thorensen). Al gruppo si aggrega Hatch (Sylvester Stallone), un personaggio insolito che si spaccia per soldato ma è in realtà un agente segreto canadese, incaricato di tenere i contatti con la Resistenza francese. Colby ne giustifica quindi la presenza in squadra adducendo il motivo che ha bisogno di un preparatore atletico.

Seguilo su Megavideo



Rocky Balboa – (streaming)

  • Titolo: Rocky Balboa
  • Anno: 2006
  • Genere: Azione, Drammatico, Sportivo
  • Durata: 102 Minuti

Trama: Tutto inizia al cimitero di Filadelfia: lì è sepolta la moglie di Rocky, Adriana, scomparsa l’11 gennaio 2002 a causa di un tumore al seno. Rocky (Sylvester Stallone) ogni giorno va a pregare sulla sua tomba e, malinconicamente, continua a pensare al suo passato ed a rivisitarne idealmente i luoghi. Egli ha aperto un ristorante a Filadelfia, chiamandolo Adrian’s in onore della moglie, dove, fra l’altro, intrattiene i suoi clienti raccontando loro i suoi passati trionfi. Il cognato Paulie (Burt Young) cerca inutilmente di riportarlo al presente. Dopo tanti anni Rocky incontra, in un bar, una sua vecchia conoscenza, Marie, che egli cercò (nel primo film della serie) di riportare ad una vita normale quando lei, allora ragazzina, frequentava un gruppetto di ragazzi di strada, ed ottenne per tutta risposta una sonora mandata a quel paese. Marie, ora, è cambiata: ha un figlio, ormai quasi adulto, nato da una relazione con un uomo che la aveva poi mollata, vive in un tugurio e lavora in quel bar per mantenere il ragazzo. Rocky, che nutre ancora un profondo affetto per lei, la porta a lavorare nel suo ristorante dopo l’iniziale titubanza di lei, confusa da tanta generosità del suo vecchio amico.
Un giorno viene proposta in TV una simulazione al computer: una sfida virtuale fra l’attuale campione mondiale dei pesi massimi Mason Dixon (Antonio Tarver) e l’ex-campione Rocky Balboa. L’esito della simulazione dà per vincente Rocky. Facendo leva sul successo televisivo di questa simulazione, gli agenti di Dixon tentano di convincere Rocky a tornare sul ring per un match di esibizione. Rocky, che già stava pensando per conto suo ad un ritorno in piccoli incontri (scoraggiato però dal figlio Rocky Jr. e dal cognato Paulie), accetta: dentro di lui è ancora vivo l’istinto del combattente.



Goal – (streaming)

  • Titolo: Goal
  • Anno: 2005
  • Genere: Commedia, Drammatico, Sportivo
  • Durata: 118 Minuti

Trama: Santiago Muñez è un ragazzo di origine messicana di famiglia umile, dalle qualità calcistiche straordinarie. Giunto a Los Angeles da bambino attraversando illegalmente il confine tra Stati Uniti e Messico, vive con il padre, l’anziana nonna e il fratellino. Santiago si guadagna da vivere con lavori semplici e ripone le proprie speranze di realizzazione nel calcio. È, infatti, la stella di una squadra amatoriale locale. Durante una partita è notato da un osservatore inglese, che gli propone di trasferirsi in Gran Bretagna per tentare l’avventura nel mondo del calcio professionistico. Malgrado la ferma opposizione del padre, a soli 17 anni parte quindi per l’Inghilterra, grazie anche all’appoggio economico dell’anziana nonna. In poco tempo passa dai campetti della periferia di Los Angeles al centro di allenamento del Newcastle United.
Nel corso delle analisi mediche per l’ingresso nel club, al fine di non essere respinto, decide di non fare cenno della forma di asma di cui soffre e per la quale è costretto, prima di ogni partita, a ricorrere ad uno spray. All’inizio non riesce a convincere l’allenatore della squadra inglese ad integrarlo in squadra. Dopo varie vicissitudini, con la fiducia dell’allenatore, decide di parlare apertamente del proprio problema. Impressionato il tecnico in modo favorevole, Santiago conquista un posto nella formazione titolare. Sarà proprio lui a segnare, a pochi istanti dalla fine dell’incontro, il gol del definitivo 3-2 contro il Liverpool, marcatura che regalerà al Newcastle United la qualificazione alla UEFA Champions League.



Adrenalina blu – La leggenda di Michel Vaillant – (streaming)

  • Titolo: Adrenalina blu – La leggenda di Michel Vaillant
  • Anno: 2003
  • Genere: Azione, Sportivo
  • Durata: 104 Minuti

Trama: La storia di Michel Vaillant ha origine sulle strisce di un fumetto nel 1957, e solo oggi, approda al grande schermo sulla breccia aperta dai bolidi a due e quattro ruote che conquistano l’attenzione di appassionati e non.
Michel Vaillant, affermato pilota, torna alle corse su pista con la sua scuderia, la Vaillante, in occasione della mitica 24 Ore di Le Mans. I preparativi estenuanti, la morte del fratello e la squadra antagonista, guidata dalla perfida Ruth Wong, saranno asperità da superare e vincere per dimostrare ancora chi è il numero uno.
Il cinema potrebbe, per assurdo, dare maggior vigore alle storie del pilota francese (già la nazionalità non è un punto a suo favore), che sulla carta non riescono a ricreare la dinamicità della pista. Purtroppo il risultato non è né carne né pesce. Troppo caricaturale, e al contempo lontano dall’idea del fumetto. Troppo patinato da essere un lungo spot pubblicitario. La fotografia, buona ma stereotipata, “impacchetta” un prodotto di maniera, che non riesce a coinvolgere gli amanti della velocità per la scarsa aderenza alla realtà delle sequenze di gara.



  • Sponsor

  • Consigliamo:

  • Pubblicità

  • Nuovi TAG

    film romantici per ragazzi film romantici 2010 4 film sentimentali 2010 film storici streaming film comici in streaming film comici megaupload film comici streaming film divertenti 2010 film comici megavideo film romantici streaming film comico 2010 film romantici in streaming 8 film 2010 romantici film sportivi streaming film comici 2010 film streaming comici 5 film romantici per ragazze lacasadeifilm
  • Persone online:

  • Copyright © 1996-2010 La Casa Dei Film. All rights reserved.
    Jarrah theme by Templates Next | Powered by WordPress