• Titolo: Idiocracy
  • Anno: 2006
  • Genere: Commedia
  • Durata: 84 Minuti

Trama: Il film narra le disavventure di Joe Bauers (Luke Wilson), militare di professione, e di Rita (Maya Rudolph), una ragazza squillo, catapultati per un errore nell’anno 2505, dopo essere stati scelti 500 anni prima per un esperimento top secret del governo americano.

I due protagonisti divengono, loro malgrado, le cavie di un progetto di ibernazione umana,con lo scopo di ibernare le persone più valide nei vari ambiti e di poterle riutilizzare nel futuro se ce ne fosse bisogno, allo scopo di combattere un grave problema che si sta delineando, ossia un graduale instupidimento del genere umano.

Joe viene scelto perché incarna perfettamente tutte le caratteristiche dell’americano medio, in pratica è un mediocre in tutto, non eccelle nè difetta in nessuna caratteristica. Rita viene invece selezionata per l’esperimento dal generale Collins, l’autore del progetto, in modo molto poco ortodosso.

Il generale Collins viene però implicato in uno scandalo di prostituzione, legato proprio al modo con il quale è riuscito ad avere Rita per il suo esperimento, e così l’intero progetto viene insabbiato, chi ne è a conoscenza messo a tacere e la caserma dove ha luogo l’esperimento viene smantellata.

La storia riprende 500 anni dopo, in un mondo dove il processo irreversibile di involuzione dell’intelligenza umana giunge al culmine, con il genere umano che, notevolmente regredito, non riesce più a trovare la soluzione ai più svariati problemi, come la carestia e lo smaltimento dei rifiuti.

Joe si risveglia e dopo aver scoperto di trovarsi nell’anno 2505 si trova ad avere a che fare con questo singolare eppure molto familiare mondo, in cui la stupidità quotidiana dell’uomo medio è portata alle estreme conseguenze.